Dopo aver tappezzato le pareti di casa, può capitare di avanzare un po’ di carta da parati. Che fare, a questo punto? Buttarla o lasciarla ammuffire nel cassetto? Esiste una terza alternativa: con un po’ di fantasia e una buona dose di senso pratico, possiamo riciclarla utilizzandola per gli scopi più disparati. Ecco le soluzioni più creative per dare un tocco unico alla vostra casa (senza spendere un euro!).

Personalizzare la cameretta dei bambini

La carta da parati può essere utilizzata per personalizzare oggetti di uso quotidiano, rendendoli unici e diversi da tutti gli altri.

Ad esempio, la stanza dei bambini può trasformarsi in un’esplosione di fantasie con una serie di piccoli ma efficaci accorgimenti estetici. In che modo? La carta da parati avanzata può essere utilizzata per foderare le ceste dei giochi, ricoprire il cestino dei rifiuti o dare un tocco di colore alle sedie in legno. Idee tanto semplici quanto efficaci che possono anche essere applicate all’esterno, nella zona giochi in giardino.

Un tocco di fantasia in casa

Esistono tanti altri modi per riutilizzare la carta da parati avanzata, basta un po’ di inventiva. Uno dei più gettonati è sicuramente quello di tagliarla a strisce e usarla per riparare i muri all’altezza delle spalliere delle sedie, coprendogli antiestetici segni sulle pareti. La carta da parati può inoltre essere ritagliata in maniera fantasiosa per creare originali testate per i letti, meno ingombranti rispetto a quelle tradizionali ma decisamente più originali. Se volete dare nuova vita alla vostra libreria, non serve comprarne una nuova: basta foderarla con la carta da parati avanzata. Per coprire in maniera creativa eventuali buchi o segni su pareti bianche, corridoi o scale, la carta può essere utilizzata per creare graziosi quadretti di varie dimensioni. Con la carta da parati avanzata si può inoltre dare nuova vita a tavoli vecchi, macchiati o parzialmente danneggiati, con uno strato usa e getta da sostituire periodicamente. Non c’è che l’imbarazzo della scelta!